lunedì 2 marzo 2009

Backstage - Tomato Killing

Anche questo post non parlerà di food ma soprattutto di fotografia, pur essendo il soggetto quanto di più tradizionale per la cucina italiana: il pomodoro.

Avevo da tempo in mente di fare uno scatto a questo fondamentale ingrediente evitando le solite ambientazioni "in cucina" o "al mercato", inoltre mi attirava l'idea di esaltare il colore rosso del pomodoro. Ho pensato quindi ad usare solo props bianche per preparare una scena un po' cruenta che appunto fosse una parodia in stile "horror".

Un particolare che ancora non mi convince del tutto è il coltello: da un lato lo volevo bianco per non introdurre nuovi colori oltre a quelli del pomodoro, dall'altro i coltelli di plastica non sono certo bellissimi. Ma tutto sommato credo che contribuisca a togliere alla "uccisione" del pomodoro qualsiasi pretesa di serietà.

Sistemato il set ho optato per una illuminazione molto diffusa, non volevo molto ombre sui bianchi, ma comunque direzionale. Una softobox dietro inclinata di circa 30 gradi verso il basso serviva a creare il riflesso sulla passata di pomodoro e a metterne in mostra la texture, un'altra softbox a sinistra della macchina invece aiutava a rendere tridimensionale sia il pomodoro che i recipienti di ceramica.

Il set
The set





Altro problema era che volevo una scena completamente a fuoco dall'inizio alla fine e con una normale macchina fotografica 35mm questo è praticamente impossibile a meno di non usare un grandangolo, con i problemi poi di distorsione prospettica.

Ho quindi montanto un adattatore "tilt" per la mia Nikon sul quale ho inserito un Carl Zeiss Jena Flektogon 65/2.8 per Pentacon Six, una ottima ottica molto definita. Inclinando la lente verso il piano del tavolo e chiudendo il diaframma a f16 sono riuscito ad avere una sufficiente profondità di campo su tutta la scena.

Backstage: Tomato Killing

This post also isn't about food but photography instead, even if the subject is about the most traditional ingredient of the italian gastronomy: the tomato.

I thought for some time about shooting this subject avoiding the traditionl sets like the kitchen or the food market, I had also the idea to exalt its deep red color, so I decided to use just completely white props in preparing a scene that looked like a "horror" style parody.

A detail about whom I'm not very confindent still is the knife: I wanted it full white so not to have any color beside the ones of the tomato, on the other side plastic knives are pretty ugly. All in all I think it works well to take out any seriousness from the tomato "killing".

After prepared the set I had to decide the lightning. I needed a very diffuse light because there shouldn't be any strong shadows on the whites, but still it had to be directional so to avoid flat rendering of the scene. I placede then a softbox behind, tilted down about 30 degrees, so to create the reflex on the tomato sauce and showing its texture. Another softbox at the left of the camera was needed to give tridimensionality to the tomato and the ceramic pots.

La macchina con il Flektogon inclinato verso il basso
The camera with the Flektogon tilted down





Another problema was the depth of field. I wanted a very extended DOF, from the start to the end of the scene, and it was very hard to achieve it with a 35mm camera without using a wide lens, with the related problems of perspective distortion.

I used then a tilt adapter for my Nikon with a Carl Zeiss Jena Flektogon 65/2.8 for Pentacon Six mounted on it, a nicely sharp lens. Tilting the adapter down toward the table plane and closing the aperture to f16 I managed to get the DOF I needed.

L'immagine finale
The final image


4 commenti :

Il gatto goloso ha detto...

Grazie per le informazioni tecniche, ultimamente mi sto appassionando parecchio alla fotografia e con la mia Eos mi diverto un sacco!
Ecco, la cosa difficile è costruirsi un set fotografico in casa (soprattutto se la casa è piccola!)... se hai consigli in merito fammi saper eh!

A G Photography ha detto...

Anche io ho il tuo stesso problema e l'unica soluzione che mi è venuta in mente è di trovare un garage oppure approfittare della crisi per trovare una casa nuova più grande.

Simone (junglefrog) ha detto...

Thanks for sharing those details Alessandro! I find it quite useful to read how you managed to get that sharp crips look on the tomatoes. I think the plastic knife - like you said - actually works really well here and gives it that horror feeling with a touch of humor to it!

Antonella ha detto...

Molto utili tutte queste informazioni...forse dovrei prima iniziare comprandomi una buona macchina fotografica.

Posta un commento