martedì 9 giugno 2009

Pasticcini di Semolino - Semolina Pastries

Questa ricetta dell'Artusi la volevo provare da tempo perché adoro il sapore e la consistenza del semolino, ma la sua realizzazione è stata lunga e travagliata. Infatti questi dolcetti devono rimanere umidi e morbidi dentro, ma non "bagnati", e invece ogni volta mi uscivano che sembravano zuppi. Non vi dico le risate che ha fatto Paoletta alla mie spalle mentre le spiegavo i miei insuccessi. Alla fine, frustrato dall'ennesimo fallimento e dopo aver riscontrato problemi di cottura anche di altri piatti ho deciso a cambiare forno. Mi arriva il forno tutto bello nuovo e lucente, riprovo e... inserire improperi a piacere qui... eccoli ancora troppo bagnati. A quel punto, ovviamente continuandomi a sbeffeggiare (si vendica delle mie critiche fotografiche) Paoletta mi confessa il suo segreto "artusiano": "oh bischero! Ai tempi dell'Artusi le uova eran piccoline, mica quei dirigibili che siamo abituati a usare oggi. Dimezza le uova e vedrai che ti viene." Detto, fatto... e finalmente successo!
Beh se non capite perché mi sono intestardito tanto è perché non avete mai assaggiato questi pasticcini. Provateli e capirete...

Ingredienti per circa 20 pasticcini: 180 gr. di semolino, 100 gr. di zucchero, 50 gr. di pinoli, 20 gr. di burro, 8 dl. di latte, 2 uova, sale, scorza di limone, pangrattato, zucchero a velo.

Preparazione: scaldate in un tegame il latte a fuoco bassissimo finché non inizia a bollire. Versate a quel punto lentamente il semolino stando attenti a non formare grumi. Quando il semolino inizierà ad addensarsi aggiungete i pinoli, che avrete macinato in precedenza, lo zucchero, il burro e un po' di scorza di limone (da togliere a fine cottura). Quando l'impasto avrà raggiunto una densità simile a quella della polenta toglietelo dal fuoco, fatelo raffreddare e aggiungete le uova, i rosso prima e le chiare, montate a neve, dopo. A questo punto imburrate gli stampi, cospargeteli di pangrattato e colmateli con l'impasto. Fateli cuocere in forno a 180 C per circa mezz'ora, sfornate, e spolverizzateli con zucchero a velo.

Pasticcini di Semolino - Semolina Pastries

It was pretty some time that I wanted to try this recipe, that could be found in the Artusi cookbook, because I love the taste and texture of semolina but I had some really hard problems in its making. These cakes should remain moist and soft inside, but not wet, instead every time they came out from the oven completely soaked. You can't imagine how much Paoletta laughed when I was explaining to her my failures. At the end, pretty frustrated by the latest debacle and noticing that also other cakes had cooking problems I decided to buy a new oven. Then the new oven arrived, shiny and brand new and... insert your preferred swearing here... still these cakes were too much wet! At that point Paoletta, still sneering for revenge on me and my critiques to her photos, confessed her "Artusian" secret: "You fool! At the time Artusi wrote eggs were half the size of the giant one we're accustomed to use today. Just halve the eggs in the recipe and it'll be fine." Done and success at least!
If you don't understand why I tried so hard to make these pastries is because you never tasted any of them, try it and you'll figure it out.

Ingredients for about 20 pastries: 1 cup of semolina, 1/2 cup of of sugar, 1/3 cup of pine nuts, 3/4 oz. of butter, 3 1/3 cups of milk, 2 eggs, salt, lemon zest, breadcrumbs, icing sugar.

Preparation: warm the milk in a pan on a very low heat. When the milk will start to boil pour into semolina being careful to not create lumps. When semolina will start to thicken add pine nuts, previously minced, sugar, butter and some lemon zest (that you'll take way after a while). When the mixture will become pretty thick, take it out from the fire, cool it and then add the eggs: yolks first and the whipped whites next. Then butter the molds, sprinkle them with breadcrumbs and fill them with the mixture. Put them to cook in the oven at 350 F for about half an hour and at the end sprinkle the cooked pastries with icing sugar.

9 commenti :

Solidea ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Snooky doodle ha detto...

questo sono propio interessanti gli provo anche io :) bellissimi!

Cianfresca ha detto...

Come direbbe qualcuno only the brave

Fra ha detto...

hanno un aspetto delizioso...da provare
Un abbraccio
fra

Paoletta S. ha detto...

oh, bischerooooooooooo !!! e mo', 'n fa tanto 'l ganzino col forno novo!?! eh?? :P:P:P

sarò buona, sono bellissimi questi pasticcini, bravo promosso!
p.s. anche la foto diciamo che può andare, ahahhahahaha :D :D

smaccketeeeeeeeeeeee :)))

alez ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
alez ha detto...

Questi deliziosi pasticcini, che appena posso proverò a fare (e magari fotografare, per vedere se ho imparato qualcosa), potrebbero aprire un'interessante discussione sulla difficoltà di realizzazione di ricette che risalgono a molti anni fa. Se i vecchi obiettvi fotografici funzionano con un adattatore, anche uova, farina e altri ingredienti di base hanno bisogno di essere adattati. Purtroppo sono cambiati, e secondo me non in meglio.
I miei complimenti, come sempre
Alessandro

Mathilde ha detto...

Congratulation for the recipe and the pictures; they are beautiful!

theasiangrandmotherscookbook ha detto...

i love semolina baked goods. i have a burmese semolina coconut cake and a palestinian semolina yogurt cake recipe given to me by friends.

Posta un commento