lunedì 8 marzo 2010

Welta Welti

Welta Welti
Oggi non parlerò di nitidezza, dimenticate la fotografia ad alta definizione per un attimo e cercare di ricordare la bellezza degli antichi colori pastello: ecco a voi un salto nel passato!

Welta Welti
Welta Welti


La Welta Welti fu una delle prime 35mm tascabili, piccola anche rispetto agli standard di oggi essendo lunga solo 12 cm., ed apparve nel 1936. È equipaggiata con una lente Schneider Kreuznach Xenar 50/3.5 montata su un Compur con tempi di scatto che vanno da 1 secondo a 1/300. Non c'è telemetro, solo un mirino di aiuto, impostabile a breve o lunga distanza.

Welta Welti


Data la storia e le caratteristiche di questa fotocamera ho dovuto pensare con quale film poterla provare. Avevo deciso di evitare di emulsioni moderne così mi rimaste poche alternative, qualche vecchia pellicola in bianco o nero come Trix o Fomapan e poco altro. Poi mi sono ricordato che l'Esselunga, vende sotto la sua etichetta una pellicola con un vecchio tipo di emulsione, prodotta dalla Ferrania. Ho comprato un paio di rullini a 400 ISO e ne ho usato uno mentre producevo altre immagini con la mia attrezzatura digitale.

Welta Welti


Sono rimasto abbastanza stupito dai risultati. I vecchi colori pastello che sembrano oggi dimenticati sono ritrovati, ma a costo di una risoluzione e grana terribili. Eppure penso che questo bilanciamento di colori a partire da un file digitale sia quasi impossibile da replicare digitalmente e l'uso di una fotocamera di 80 anni fa, con tutti i suoi limiti, a volte mi dà una sensazione di freschezza, obbligandomi ad uscire dagli stilemi meccanici del digitale.

Welta Welti

1 commenti :

andrea ha detto...

Splendido articolo

Posta un commento