giovedì 27 maggio 2010

Erbe Spontanee e Cucina

Primitivizia

La tradizione della raccolta spontanea delle erbe ha origini antichissime in montagna. E quindi quale migliore occasione di un viaggio in Trentino per visitare chi ha saputo coniugarla con una capacità da alta cucina: ecco a voi Primitivizia di Eleonora e Giovanni.

Eleonora Cunaccia e Giovanni Collini sono infatti i due fratelli titolari di questa piccola azienda specializzata in prodotti culinari basati sull'utilizzo delle erbe spontanee, che mi ha fatto conoscere Babs, e di cui parla, molto meglio di me, sul suo blog.

Primitivizia

Primitivizia

Primitivizia
Primitivizia

Da parte mia posso solo dire che sono stato così affascinato dalla bellezza del luogo che sono quasi senza parole tutt'ora, anche perché, parlando poi con Eleonora, mi sono accorto che da estraneo, cittadino per giunta, posso solo sfiorare i concetti che stanno dietro alla raccolta delle erbe spontanee, che non è una semplice attività a latere dell'agricoltura, ma proprio qualcosa davvero intrinseco col luogo e la sua storia, trasmesso attraverso le generazioni.

Primitivizia
Primitivizia



Primitivizia

Primitivizia
Primitivizia



Lascio quindi perdere le miei inutili parole e lascio parlare le immagini, ringraziando anche Mamma Lina che, oltre ad apririci la sua casa per un caffè tramutatosi in spuntino pomeridiano, mi ha anche regalato alcuni vecchi accessori di cucina dalla sua sterminata collezione: li vedrete in qualche prossima foto!

Primitivizia

Primitivizia

(Food photographer, e non solo!, professionista, Alessandro Guerani vive a Bologna ed è disponibile per servizi fotografici e postproduzione digitale di immagini. Per contattarlo potete vedere "Chi sono" o usare l'indirizzo "Contattami" entrambi nel menu del blog sopra.)

Ti è piaciuto il post? Clicca e ricevi gli aggiornamenti di Foodografia appena pubblicati come feed RSS o nella tua email  iscriviti

11 commenti :

Babs ha detto...

alla fine l'hai scattata! e bene :-)

Cleare ha detto...

ke bella la seconda foto e complimenti alla collezione della signora..io vado pazza per tutte queste cose "vecchie"! Beati loro ke conoscono tutte le preziose erbette..io mi fermo al finocchietto e al tarassaco e all' Artemisia (l'assenzio)..per il resto potrei anke autoavvelenarmi!!

Cristina ha detto...

l'ho già detto a babs ma...io vorrei tanto mollare tutto e andare a vivere in un paradiso terrestre come questo...

Fra ha detto...

Che immagini stupende!!!! adoro questo tipo di insegnamenti che si tramandano di generazione in generazione! vorrei poter aver più tempo a disposizione per farmi insegnare dalla mia nonna a riconoscere alcune piante selvatiche!
Grazie intanto per averci trasportato con questi scatti in quei luoghi ancora così autentici
fra

virgikelian ha detto...

Complimenti per le bellissime foto che mi hanno portato nel bel mezzo della natura incontaminata.
Una giornata invidiabile !!!
Virginia

Vincenzo Pagano ha detto...

Molto belle queste foto :-)

eli ha detto...

Che bei luoghi!
Se dovessi raccogliere le erbe spontanee come minimo finirei al centro antiveleni! ahahahah!
Da buona cittadina non distinguo un ortica da una cicuta!
Aspetto le foto con gli aggeggi d'antan!
ciao

Alex ha detto...

Solitamente non provo invidia. Oggi sì. Un posto magico, persone che vivono la loro passione, la collezione di Mamma Lina che ognuno di noi vorrebbe avere. Rinnovo anche qui i complementi per questa visita, per le foto, per l'atmosfera che tu e Babs avete saputo trasmettere.

Ho visto che hanno la composta di rosa canina. Geniale.Con l'anatra.

fiOrdivanilla ha detto...

che invidia che invidia che invidia! :) che posto pacifico, meraviglioso... tutta quell'accozzaglia di attrezzi di cucina che si vede in foto, scommetto che l'avresti persino comprata!! ... se solo avessi avuto il modo di caricartela e portartela a casa O_o

Alessandro Guerani ha detto...

Grazie a tutti dei commenti!

Ebbene sì era un posto meraviglioso di cui mi sono innamorato e avrei davvero voglia di farci una sosta più lunga per riuscire a comprendere di più anche la "storia" che c'è dietro e che purtroppo non si può che solo sfiorare nel breve tempo che vi ho trascorso.

@Manu: non credere che non ci abbia pensato ma la Babs mi ha iniziato a fare delle occhiatacce ahahaha

Mafaldina ha detto...

Avevo visto i prodotti di Primitivizia a Taste e mi avevano colpita molto. Ho comprato i tre vasetti per la pasta, ma non li ho ancora provati. Ora che leggo questo post sono ancora più curiosa, lo farò prestissimo.
P.S. Complimenti per le foto, davvero belle.

Posta un commento