lunedì 20 settembre 2010

Fotocamera con Vista

Foodografia

L'Autunno in Toscana è meraviglioso in sé, ma l'occasione di tenere lì il mio primo workshop di fotografia di food è davvero un sogno che si avvera.

Sì, avete capito bene, terrò un workshop fotografico sul food in un meraviglioso casale nelle campagne di Siena dal 11-16 ottobre all'interno di un "tour" culinario lungo una settimana comprendente anche un corso di cucina, un corso di lingua italiana, consigli sullo styling del food e attività sociali come visite a cantine e ai mercati della città.

Il workshop consisterà in 5 temi:

"Buono al palato, piacevole da guardare"
Il primo e più importante fattore nella fotografia di food è il soggetto, che non deve essere solo buono, ma anche attraente agli occhi. Spiegherò cosa è l'"appetizing" e perché e come gli alimenti devono essere preparati in modo da avere l'aspetto giusto per le riprese fotografiche.

"I principi di base di illuminazione"
Che cosa è l'illuminazione, perché è importante per la fotografia, luce dura e morbida, trucchi pratici per il fotografo non professionista per migliorare i suoi scatti.

"Le 3 cose che dovete sapere sulla vostra macchina fotografica"
La tecnica fotografica si basa fondamentalmente su 3 cose: tempo, diaframma e messa a fuoco. Dimenticate tutti gli altri pulsanti e funzioni, utili per il marketing, e iniziare a pensare a ciò che conta davvero.

"Comporre la foto"
Ora abbiamo il nostro soggetto, sappiamo come funziona la luce e sappiamo anche come usare correttamente la nostra macchina fotografica. Ma cosa inquadreremo? Spiegherò come allestire un set e il modo per creare interesse in un'immagine.

"Esempi pratici, domande e risposte, riepilogo"
Prendiamo le ricette preparate durante la sessione di cucina e vediamo assieme come possiamo mettere in pratica tutti i concetti spiegati. Questo è il momento perfetto in cui i partecipanti creeranno una foto di food dal principio alla fine, avendomi accanto come supporto con consigli e alla fine evidenziando i punti forti e deboli di ciascuno così che potranno proseguire il loro viaggio nella fotografia di food seguendo la strada giusta.

Il costo del programma, corso di italiano escluso, è pari a 1300 euro, con le attività sociali e visite, e 990 euro senza, alloggio incluso.

Per ulteriori informazioni sui costi, la disponibilità di posti, l'alloggio e tutto il resto potete visitare http://studyabroadopportunities.ning.com/ (in inglese, registrazione necessaria) o informarvi tramite e-mail presso info@businessprojects.us.

(Fotografo di Food, e non solo, professionista, Alessandro Guerani vive a Bologna ed è disponibile per servizi fotografici e postproduzione digitale di immagini. Per contattarlo potete vedere "Chi sono" o usare l'indirizzo "Contattami" entrambi nel menu del blog sopra.)

Ti è piaciuto il post? Clicca e ricevi gli aggiornamenti di Foodografia appena pubblicati come feed RSS o nella tua email  iscriviti

3 commenti :

Azabel ha detto...

Non serve un facchino? Qualcuno che pulisca i bagni? Un massaggiatore per le stanche membra dei fotografi (serio eh, mica osè :P)? Così eh, tanto per sapere ^_^

No dai, congratulescion... so che andrà alla grande, peccato solo non potervi partecipare :))

Serena ha detto...

wowwwwwww!!!Ma dove le trovi tutte queste energie??? peccato che lavori, sarei venuta solo per mettermi li buona buona in un angolo a sentirti parlare!Un mega in bocca al lupo per i corsi, Sere
Ps: la location è da paura!!!

Alessandro Guerani ha detto...

@Azabel

Ahahahaha shiatsuka per fotografi? magari è un'idea ;)

@Serena

Noi "vecchietti" siamo come delle trottole, ci si vede al Taste?

Posta un commento