giovedì 15 dicembre 2011

Salumi Freschi - Il Cotechino

cotechino


Per terminare questa serie sui salami freschi emiliani mancava il più diffuso: il cotechino.

Parente stretto dello Zampone ne condivide sia la zona di origine, il modenese, sia l'impasto. In pratica l'unica differenza è il contenitore, in questo caso la budella, le dimensione leggermente più ridotte e la zona di produzione che al giorno d'oggi va da Cremona fin alle Marche.

cotechino


Identica cottura quindi, o quasi: infatti al posto di metterlo a bagno per alcune ore il cotechino invece si deve bucare con una forchetta prima della cottura, che deve avvenire, in questo caso come per la salama, senza che tocchi le pareti della pentola. Si serve usualmente con le lenticchie: dopo che son lessate si stufano usando un po' dell'acqua di cottura del cotechino per insaporirle assieme a qualche odore e, volendo, un poco di conserva.


(Food photographer, e non solo!, professionista, Alessandro Guerani vive a Bologna ed è disponibile per servizi fotografici e postproduzione digitale di immagini. Per contattarlo potete vedere "chi sono" o inviargli una e-mail a info_at_alessandroguerani.com.)

Ti è piaciuto il post? Clicca e ricevi gli aggiornamenti di Foodografia appena pubblicati come feed RSSiscriviti o nella tua email.

1 commenti :

Enrica ha detto...

Con questi ultimi post mi hai fatto venire l'acquolina... mamma mia che bontà! GOLOSISSIME BONTA'!

Posta un commento