mercoledì 1 febbraio 2012

Calendario Desktop Febbraio 2012



Scusate per l'assenza del calendario di gennaio, ma mi sono ritrovato incastrato fra feste e lavoro. Per farmi perdonare questo mese faremo un viaggio nello spazio e nel tempo.




Il calendario di febbraio è infatti ispirato ad una stampa di Ichiryusai Hiroshige (da non confondersi col più famoso Utagawa Hiroshige), un artista giapponese della prima metà del 1800 fra i primi ad essere apprezzato anche in occidente per il suo stile realistico sia nella raffigurazione dei paesaggi, sia in quello di scene legate alla vita quotidiana fra cui anche una meravigliosa serie sulla fauna ittica.

Cos'è il calendario desktop? È uno sfondo per lo schermo del vostro computer raffigurante una foto e il calendario del mese in corso. Per impostarlo come sfondo, cliccate sul link in fondo al post riportante la dimensione adatta al vostro schermo e, quando apparirà l'immagine, cliccando col tasto destro del mouse (o cliccando col mouse tenendo premuto il tasto ctrl per alcuni utenti Mac) sopra di essa selezionate "imposta come sfondo del desktop..." (o una frase simile a seconda del web browser che usate).

1024x768

1280x800

1280x1024

1366x768

1440x900

1920x1200


(Food photographer, e non solo!, professionista, Alessandro Guerani vive a Bologna ed è disponibile per servizi fotografici e postproduzione digitale di immagini. Per contattarlo potete vedere "chi sono" o inviargli una e-mail a info_at_alessandroguerani.com.)

Ti è piaciuto il post? Clicca e ricevi gli aggiornamenti di Foodografia appena pubblicati come feed RSSiscriviti o nella tua email.

4 commenti :

sara ha detto...

Bellissime immagini. Tutte e due.

l'albero della carambola ha detto...

Aspetto sempre impaziente i tuoi calendari! Questo è semplicemente strepitoso. Sonia

Anonimo ha detto...

E' buffo, lo sfondo del mio desktop è proprio la stampa di Ichiryusai Hiroshige.
Quasi quasi oggi, dopo oltre un anno, mi decido a cambiarla.
Obrigada

Pranzi Indigesti

Enrica ha detto...

spettacolare!

Posta un commento