mercoledì 4 aprile 2012

Le Fragole di Manet

Fragole"


Sfogliavo alcuni siti web ieri mattina quando mi è capitato sotto gli occhi un dipinto che non conoscevo. 


Era simile alle nature morte con frutta di Cezanne ma la mano era nettamente differente. A quel punto, incuriosito, ho fatto partire la ricerca. Google images mi rimandava a dei blog, i blog ad un altri siti fino ad uno che citava Manet come autore. A quel punto la ricerca è andata sul cartaceo e alla fine lo ho trovato!

Si trattava infatti proprio di un dipinto di Manet, eseguito negli ultimi anni di vita quando la salute lo costrinse a lavorare su quadri di piccole dimensioni con soggetti che si trovavano nella sua casa o nel suo giardino.
E' conservato al MET di NY e questa è la pagina relativa all'opera.


Beh, le fragole le avevo appena comprate, cestini di vimini ne ho diversi, dovevo solo decidere come interpretare il soggetto.

Io ho mantenuto una luce simile ma ho preferito andare su una tavolozza di colori completamente neutra, per far risaltare meglio il rosso delle fragole, ed avere anche un punto di attenzione più definito per riuscire poi a far funzionare la composizione su un formato verticale e con una geometria più formale.

Il risultato finale è una immagine che mi parla della Primavera e dei suoi frutti e di come ogni soggetto, anche il più semplice, possa essere valorizzato con un poco di ispirazione rubata a grandi Maestri.

(Food photographer, e non solo!, professionista, Alessandro Guerani vive a Bologna ed è disponibile per servizi fotografici e postproduzione digitale di immagini. Per contattarlo potete vedere "chi sono" o inviargli una e-mail a info_at_alessandroguerani.com.)

Ti è piaciuto il post? Clicca e ricevi gli aggiornamenti di Foodografia appena pubblicati come feed RSSiscriviti o nella tua email.

4 commenti :

eli ha detto...

Splendida interpretazione!

Barbara ha detto...

estasiata ... p.s. cmq mi piace di piu` la tua foto :P

Glu.fri ha detto...

...meraviglia...fragole nella loro essenza.

pennaeforchetta ha detto...

Belissimo. Quella fragola solitaria poi ... racconta tutto.

Posta un commento