giovedì 17 maggio 2012

Salamella e Mostarda Mantovane




Il maiale e la mostarda, altri due ingredienti che ritroviamo in tutte le cucine dei luoghi attorno al nostro grande fiume.

Nel mantovano il maiale è sacro come e più che in Emilia ma i suoi prodotti sono leggermente diversi, come questa salamella di dimensioni maggiori della normale salsiccia e dall'impasto molto più "sugoso" tanto che viene usato anche per condire una delle ricette più famose del mantovano: il riso alla pilota.

Cosa dire invece della mostarda? Beh, quella mantovana è un classico, questa in foto è quella fatta con una base di mele e il suo gusto dolce ma con quella nota piccante, non troppo forte, non troppo lieve, che è inimitabile.

Come gustarle al meglio? La salamella è ottima accompagnata con della polenta, come vorrebbe la tradizione, ma anche con una purea di patate. La mostarda invece accompagna meravigliosamente tutti i bolliti, oppure, vista anche la stagione attuale, servita assieme a delle scaglie di Parmigiano Reggiano.

(Food photographer, e non solo!, professionista, Alessandro Guerani vive a Bologna ed è disponibile per servizi fotografici e postproduzione digitale di immagini. Per contattarlo potete vedere "chi sono" o inviargli una e-mail a info_at_alessandroguerani.com.)

Ti è piaciuto il post? Clicca e ricevi gli aggiornamenti di Foodografia appena pubblicati come feed RSSiscriviti o nella tua email.

1 commenti :

Barbara ha detto...

Alessandro fantastico!!

Posta un commento