sabato 10 novembre 2012

Il Salmone di Goya

Il Salmone di Goya


La foto di oggi è un "plagio" da un'opera di un grande maestro della pittura, ma è un plagio discreto di un'opera poco conosciuta ma terribilmente affascinante.

Francisco Goya credo che lo conoscano tutti, o perlomeno chiunque conosce almeno una delle sue opere più famose, come La Maya Desnuda. Pochi però sanno che Goya è stato anche un pittore di nature morte, fra cui questa tela dipinta nel periodo 1808-1812:





(Food photographer, e non solo!, professionista, Alessandro Guerani vive a Bologna ed è disponibile per servizi fotografici e postproduzione digitale di immagini. Per contattarlo potete vedere "chi sono" o inviargli una e-mail a info_at_alessandroguerani.com.) Ti è piaciuto il post? Clicca e ricevi gli aggiornamenti di Foodografia appena pubblicati come feed RSSiscriviti o nella tua email.

3 commenti :

Elisa ha detto...

Quanto mi piacciono gli scatti che riproducono dipinti! Stupenda!

Anna ha detto...

Un'idea molto interessante. Bello comparare le due immagini. Una nota... ai tempi di Goya il salmone non era allevato: lo si nota dal colore intenso e dalle dimensioni delle fettine. Io ne ho uno intero nel freezer... scozzese!Forse dovrei fotografarlo!

Mi piace la foto: ti sarai divertito tanto ad interpretare il dipinto di Goya e riprodurlo. Molto bravo!

ANNA

Patty ha detto...

E' pazzesco di come venature del tavolo assomiglino in maniera fedelissima alle pennellate di Goya. Veramente splendida interpretazione.
Complimenti, Pat

Posta un commento